Veleposlaništvo RS Rim /Novice /
22.12.2020  

30 anni di plebiscito per l'indipendenza della Slovenia

Il 23 dicembre 1990 è una data cruciale nell'intreccio di eventi importanti per la nascita della Repubblica di Slovenia indipendente e sovrana. Oltre alle prime elezioni democratiche dopo la seconda guerra mondiale, svoltesi l'8 aprile 1990 alle quali è uscita vincitrice la coalizione dei partiti democratici DEMOS, il plebiscito rappresenta un cardine fondamentale per il primo stato indipendente degli sloveni.


Secondo la Legge sul plebiscito, adottata dall'allora Assemblea della Repubblica di Slovenia in data 6 dicembre, per essere approvato, più della metà ovvero la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto avrebbe dovuto rispondere positivamente alla domanda "La Repubblica di Slovenia dovrebbe diventare uno Stato indipendente?". La partecipazione ha conferito una legittimità eccezionale al risultato del plebiscito, in quanto ha preso parte al voto il 93,2% di tutti gli elettori aventi diritto, di cui il 95% ha deciso per una Slovenia indipendente e sovrana. L'88,5% di tutti gli elettori aventi diritto ha quindi votato per l'indipendenza della Repubblica di Slovenia.

La partecipazione di massa al voto e, per così dire, l'unanime sostegno alla creazione di uno Stato indipendente hanno così, in seguito all'annuncio dei risultati il 26 dicembre, aperto le porte all'attuazione della decisione plebiscitaria e alla dichiarazione di indipendenza, proclamata il 26 giugno 1991.

Cari amici,
non solo quelli in Italia ma anche quelli in tutti gli altri paesi del mio accreditamento ovvero a Malta, in San Marino e in Tunisia, compresi quelli presso le istituzioni multilaterali della FAO e del WFP,
quando ricordiamo il plebiscito per l'indipendenza della Repubblica di Slovenia, ci rallegriamo di tutti i progressi fatti negli ultimi decenni: nella nostra società in patria, nella collaborazione con l'Italia e con gli altri paesi vicini, con i paesi in Europa e nel mondo, nell'ambito dell'ONU, del Consiglio d'Europa, dell'OSCE, dell'OCSE e in altre organizzazioni multilaterali, come anche all'interno dell'UE e dell'alleanza NATO.
Che il giorno della celebrazione dei fondamenti dell'indipendenza e della sovranità slovena sia una breve pausa nel periodo festivo di quest'anno estremamente complesso per festeggiare anche tutti i nostri innumerevoli impegni e sforzi comuni riusciti a beneficio del progresso, della prosperità, della solidarietà e della pace - per te, per me, per tutte le persone e per l'intera comunità internazionale!

Tomaž Kunstelj, Ambasciatore